Www.segnalo.it

Home page

Formazione

Biblioteca e Cineteca

Politiche e Leggi 

Tracce e Sentieri

 

SANITA ' : SISTEMA ITALIANO GARANTISCE PIU ' VITE RISPETTO A USA

(ANSA) - MILANO, 3 APR 2002

E ' stato calcolato che ogni anno la Sanita ' Italiana risparmia, ogni 100 mila abitanti, 1500 anni di vita rispetto agli Usa.

Tale guadagno e ' di 2.300 anni in Svezia e di 2.600 in Islanda, Paesi che, come l ' Italia, dispongono di un modello organizzativo della Sanita ' basato su un ' ' Sistema Sanitario Nazionale ' ' (SSN).

 I sistemi sanitari di Germania, Belgio e Francia, al contrario, perdono nettamente il confronto con quello italiano in termini di vite risparmiate.

Sono dati emersi da una ricerca che si basa sul confronto dei dati ufficiali pubblicati dai Paesi dell ' OCSE e che e ' stata condotta dall ' esperto di questioni sanitarie, Alberto Donzelli, per conto dell ' Istituto per la Ricerca Sociale. La ricerca - presentata oggi a Milano - mette a confronto i Paesi con SSN (Italia, Regno Unito, Paesi Scandinavi, Giappone...) e quelli che hanno sistemi basati su Casse Mutue (Francia, Belgio, Germania) o su assicurazioni a iscrizione prevalentemente volontaria (Stati Uniti), esaminando parametri quali ' ' efficacia ' ' (espressa come mortalita ' evitabile), ' ' efficienza ' ' (efficacia in rapporto ai costi) spesa pubblica, costi amministrativi. In termini di efficienza la ricerca rileva che nei Paesi senza SSN non solo visite ed esami radiologici tendono a proliferare oltre il necessario, ma anche gli interventi chirurgici, senza un proporzionale vantaggio sulla salute.

Ad esempio: ' ' I giapponesi - ha detto Donzelli - effettuano solo un terzo e gli islandesi poco piu ' della meta ' degli interventi chirurgici per 1000 abitanti che si registrano in Usa, ma la loro salute e ' molto migliore di quella degli statunitensi ' ' . L ' analisi della spesa sanitaria pubblica nell ' OCSE eseguita da Donzelli permette poi di affermare che, ' ' se in Italia vigesse il modello organizzativo di Francia o Belgio (Casse Mutue), anche la stessa spesa sanitaria pubblica sarebbe maggiore del 23-28%. Se poi vigesse il modello assicurativo Usa o svizzero, la spesa sanitaria pubblica sarebbe maggiore del 30- 40% ' ' . Il pagamento a prestazione (basato sui DRG) ' ' sembra poi correlato a una minore efficacia ed efficienza dei sistemi che lo hanno adottato e con una notevole espansione dei costi ' ' . Cio ' accade - secondo Donzelli - per l ' aumento dei costi amministrativi e di controllo. Infatti le spese amministrative in Usa ammontano al 30% della spesa sanitaria totale (che e ' la piu ' alta del mondo), contro spese amministrative del 6% circa di Paesi con SSN. Ma cio ' e ' dovuto, sempre secondo Donzelli, anche alla tendenziale proliferazione di prestazioni non necessarie. Ad esempio, in uno studio comparato, Usa e Canada presentavano tassi da due a cinque volte maggiori di asportazione di tonsille, utero, prostata e altro, rispetto all ' Inghilterra, dove i chirurghi sono stipendiati. (ANSA).